Se la presenza di un’azienda su internet è vitale, la sua reputazione online lo è molto di più. Partiamo dalle basi: aprire o gestire un’attività di lunga data e pensare di non aver bisogno di un sito web e di una pagina sui social network è assurdo e irrealistico nel 2019. Infatti, è molto comune l’idea che se non sei su internet non esisti. Quello che fino a qualche anno fa era per i pochi pionieri del web oggi dovrebbe essere alla portata di tutti. Ma cosa ha portato a un cambiamento così radicale del modo di far(si) pubblicità? Innanzitutto, un cambiamento nel modo di comunicare e di comunicare il prodotto. E’ la comunicazione stessa che è cambiata: le persone comunicano in maniera sempre più massiccia mediante internet e i social network e, di conseguenza, cercano di comunicare in questo modo anche con le aziende. Poi, la pubblicità ha dovuto espandere i propri orizzonti e aprirsi al web. Se si pone attenzione ai canali di promozione di ogni attività, balzeranno all’occhio, oltre al sito web, almeno le pagine Facebook e Instagram. Le pagine sui social network, una volta aperte, vanno gestite e bisogna curare in particolar modo le interazioni e la web reputation. Vediamo insieme come migliorare la reputazione online mediante delle strategie efficaci!

6 strategie vincenti per migliorare la tua reputazione online.

  1. Veicola in modo corretto i tuoi valori e i tuoi obiettivi. Gli utenti e i clienti devono poterti conoscere e conoscere il tuo brand per apprezzarlo. Cura la comunicazione, rendila chiara e accessibile a tutti. Fai in modo che il tuo modo di comunicare sia riconoscibile, che i tuoi obiettivi e i tuoi principi siano condivisibili. Fai in modo che si parli di te in modo etico e per farti conoscere prediligi l’Inbound Marketing e le possibilità date dalla sponsorizzazione, affidandoti anche a dei professionisti della comunicazione e del web marketing.
  2. Entra a far parte di community e fatti conoscere e apprezzare per la tua validità. Sono sempre di più i professionisti che creano dei gruppi Facebook per far conoscere il proprio brand e dare assistenza a chi si iscrive per chiedere informazioni, pareri e supporto, o entrano a far parte di gruppi già consolidati e, passo dopo passo, si fanno apprezzare per la validità delle informazioni e dei consigli dispensati. Instaurando una relazione proficua e positiva di questo tipo i clienti sono invogliati a entrare in contatto anche coi prodotti e si fidano del professionista che vi sta dietro. La web reputation ne uscirà sicuramente potenziata!
  3. Monitora attentamente quello che dicono di te online. La reputazione online funziona un po’ come il passaparola tradizionale: gli utenti commentano e veicolano informazioni. E’ importante per l’azienda sapere cosa si dice su di lei e, soprattutto, se le informazioni sono veritiere o meno. I commenti possono essere lasciati nei forum, nei gruppi Facebook, sotto le schede prodotto, ma anche sulle piattaforme e-commerce. Esistono dei brand reputation tool, per esempio BrandYoursel, BrandMentions o BRAND24, che permettono di essere sempre aggiornati sulla propria reputazione online e di monitorarla in maniera intuitiva. Portare avanti un’attività senza informarsi sulla propria reputazione sul web sarebbe come camminare alla cieca per strada senza sapere dove si sta andando.
  4. Gestisci in modo oculato le pagine che hai sui social network. Cura il tuo piano editoriale, proponi contenuti interessanti e variegati, instaura una relazione con gli utenti, proponi call-to-action, dai modo ai clienti di dire la loro opinione. Rispondi ai commenti, sia a quelli positivi sia a quelli negativi. Soprattutto il tuo modo di approcciarti alla recensione negativa determinerà il miglioramento o il peggioramento della tua reputazione online. Bisogna ricordare che il commento negativo ci sta: è impensabile che tutti apprezzino un prodotto. Il cliente che non è rimasto soddisfatto condividerà la sua opinione e altri utenti la leggeranno. L’azienda leggerà e risponderà in modo consono: si scuserà, darà delle motivazioni e spiegazioni, inviterà il cliente scontento a riprovare il prodotto o il servizio, rettificherà le informazioni, se non esposte in maniera corretta e/o del tutto veritiera. Gli utenti leggeranno la risposta e avranno un secondo punto di vista che permetterà loro di avere ben chiara la situazione ed entrare in contatto con l’azienda, apprezzandone la gestione della lamentale e dei clienti stessi. Questo renderà un enorme beneficio alla fiducia che i clienti e i potenziali clienti ripongono o riporranno nel brand.
  5. Fai in modo che i clienti sappiano sempre come contattarti. Rendi accessibile e veloce la messaggistica via social network, i clienti apprezzeranno questa possibilità e ameranno saperti a portata di commento o di DM, cosa che ispira sempre fiducia!
  6. Non lasciarti spaventare dal dover migliorare per forza la tua reputazione online. E’ un processo che va avanti da sé. Ricordati sempre di esserci per i tuoi clienti, di portare avanti una pubblicità etica e di facile comprensione, di essere sempre aperto al confronto e a conoscenza di quello che dicono di te. Apprezza le innovazioni che il web propone, cura la tua comunicazione e la tua presenza online e rispondi in maniera positiva e proattiva ai commenti negativi, fanno parte anche questi del gioco!