Ogni strategia di web marketing che si rispetti necessita un calendario editoriale curato nei minimi dettagli. La comunicazione del brand e il relativo storytelling non possono e non devono essere improvvisati: errori di questo tipo potrebbero arrecare un danno d’immagine all’azienda e far sembrare come poco curata e attenta la comunicazione veicolata. Avere sotto mano il proprio piano editoriale permette di organizzare in maniera oculata i post che caratterizzano la comunicazione sul web del brand e dei prodotti. Grazie al piano e al calendario editoriale è possibile, infatti, programmare ogni attività, capire come renderle varie e appetibili per gli utenti, capire come realizzare di volta in volta dei contenuti validi e vicini al proprio target di riferimento. La strategia di pianificazione permette al brand di conquistare la fiducia dei propri utenti, di fidelizzarli e di creare degli appuntamenti online con dei post che diventano dei veri e propri punti di riferimento. Vi è mai capitato di ritrovare di settimana in settimana dei tips beauty o legati all’alimentazione? Avete fatto caso alla comparsa di questi post sempre nello stesso giorno della settimana, alle volte anche più o meno alla stessa ora? Ecco, questa strategia è una delle tante applicabili in un calendario editoriale. In breve, questo calendario è il piano di marcia che sottostà a ogni azione più ampia di web marketing in quanto le stesse vanno a confluire al suo interno. Ma come realizzare un calendario editoriale, e di conseguenza un piano, di successo? Scopriamolo insieme!

Cosa scrivere nel piano editoriale

Redigere un piano editoriale e un calendario editoriale ad hoc e tarati sul proprio brand e sul proprio target sono un ottimo punto di partenza per una strategia vincente. Col piano editoriale si vanno a stilare tutti gli obiettivi da raggiungere e i canali da utilizzare: si potranno decidere quali canali social utilizzare e quanto spesso e quali obiettivi o target raggiungere; col calendario editoriale vero e proprio si vanno a gestire nel vivo i contenuti e si deciderà quanto spazio dare a un contenuto rispetto a un altro. Inoltre, si va a suddividere il tutto per date, rispettando delle regole definite preventivamente anche nel piano editoriale. Obiettivi, contenuti e date vanno indicate per ogni social network e pagina gestita. Tra le regole fondamentali di un calendario editoriale troviamo quella del “non lasciare buchi”, ovvero giorni scoperti. Una pagina ben gestita è coperta quotidianamente, individuando alcuni giorni in cui far venire fuori i post più importanti, per esempio con degli articoli sponsorizzati dai contenuti interessanti e solitamente molto attesi dagli utenti. In un contesto di questo tipo, è molto importante variare il target, soprattutto se il brand o il prodotto può interessare fasce di età diverse o tipologie diverse di persone, variare i contenuti stessi in modo da non “annoiare” gli utenti con le stesse informazioni. Inoltre, il calendario e i relativi contenuti devono essere adattati al social network scelto. Sulle pagine Facebook si potranno scegliere degli articoli, ma anche dei post brevi o delle infografiche; per la pagina Instagram ci si concentrerà più sull’impatto visivo e sulla comunicazione breve e diretta. Molto importante come fattore è la periodicità: mai abituare gli utenti a un determinato standard e poi abbassarli drasticamente, per esempio lasciano la pagina non aggiornata per giorni e giorni. Il calendario editoriale è un modo per ricordare a te che hai delle scadenze da rispettare e all’utente che ha un appuntamento settimanale di piacere su – si spera – una delle sue pagine preferite.