Una campagna marketing che si rispetti non è semplice per definizione. Nel momento in cui decidiamo di avvicinarci al mondo del digitale e di realizzare un piano marketing che sia valido per la nostra realtà sono molte le considerazioni da fare. In prima analisi, quali sono i nostri obiettivi: cosa vogliamo ottenere dalla nostra campagna marketing? Farci conoscere e apprezzare? Fidelizzare i nostri clienti? Mantenere la clientela già “conquistata”? Riconvertirci e far conoscere i nostri nuovi prodotti? In seconda analisi, bisogna soffermarsi su quali sono i canali che vogliamo e/o possiamo utilizzare. La scelta si effettua esaminando sia il prodotto e le sue potenzialità sia il budget che abbiamo a disposizione per la campagna marketing. Quello della definizione del budget è un momento estremamente importante e delicato: da questo possono dipendere, infatti, molti dei risultati che si otterranno (o che non si otterranno). Investire un budget molto elevato può penalizzare l’azienda perché si crea un dispendio di risorse e si dovrà andare a tagliare su altre strategie; investire un budget estremamente ridotto non permette, dall’altro canto, di ottenere dei risultati ottimali. Come definire, allora, il giusto budget per la propria campagna marketing? Cerchiamo di capirlo insieme!

Quali sono gli elementi da considerare per la definizione del budget per una campagna marketing.

Ragionare a priori sul budget più ottimale per una campagna marketing non è quasi mai possibile. Un budget valido per tutti non esiste perché sono molti i fattori da considerare. Come prima cosa, bisogna valutare le disponibilità e le risorse dell’azienda. Soprattutto se parliamo di startup o di aziende giovani non si potrà pensare a un investimento esorbitante. Dato per assodato questo primo punto, non dobbiamo dimenticare di partire dal punto più corretto: quali sono gli obiettivi che si vogliono ottenere e le tempistiche dell’investimento. Avere un ritorno evidente dalla prima campagna marketing è rarissimo, bisogna armarsi di pazienza e attendere i risultati sul medio e lungo termine. Quali saranno gli strumenti utilizzati? Ottimizzazione dei contenuti in ottica SEO? Scrittura di articoli di blog ottimizzati? Articoli sponsorizzati e lancio campagne marketing specifiche affidandosi a delle piattaforme di Native Advertising Operazioni di Lead generation? DEM? Non esiste uno strumento in assoluto più valido di un altro: ognuno di questi permette di ottenere dei risultati diversi, ovvero dare visibilità, generare contatti, generare conversioni o anche traffico. Ognuno va scelto anche in base al target che si vuole raggiungere. Soltanto quando si saranno selezionati gli obiettivi da raggiungere sarà possibile iniziare a valutare il budget da investire. Nel caso non si abbia alcuna idea sulla cifra minima da investire ci si può affidare al più tradizionale dei metodi, quello dei tentativi. Facebook permette di fare delle simulazioni e vedere quanti contatti è possibile raggiungere con i differenti budget impostati sulla base della durata della campagna. In questo modo ci si renderà conto dei risultati potenzialmente raggiungibili. In base al budget a disposizione le operazioni possibili per raggiungere il numero prefissato di contatti sono due: incrementare il budget fino a quando non si riesce a coprire il target scelto o ridurre la durata della campagna. Un attento monitoraggio permetterà di ridefinire di volta in volta i due parametri.

Volendo avvicinarci a un’analisi da un punto di vista più strettamente economico, nella definizione del budget da investire nella campagna marketing un’azienda deve considerare sicuramente i costi di esercizio fissi e normalmente sostenuti, gli investimenti e i costi che andranno a rientrare nello stato patrimoniale e che saranno ammortizzati nel corso del tempo. Alcune aziende preferiranno puntare radicalmente sul mondo della pubblicità, pertanto sceglieranno di investire un budget più alto; altre si baseranno su un’analisi in prospettiva dei clienti; altri ancora faranno delle indagini di mercato per capire quale budget investono i competitors. In ogni caso, una risposta in merito alla definizione del budget ideale non c’è ed è molto difficile anche consigliare in linea teorica un calcolo standard da seguire perché bisogna tener conto delle possibilità di ogni singola realtà e monitorare i risultati raggiunti sia sul breve che sul medio e lungo termine in modo da poter valutare e ridefinire obiettivi e strategie sulla base dei risultati raggiunti e delle risorse disponibili in itinere.