Strategie pubblicitarie: quali sono gli errori che hanno reso la tua campagna marketing un fallimento?

Scegliere la strategia giusta per pubblicizzare il proprio brand o la propria azienda non è semplice: una strada sbagliata può portare a dei risultati non ottimali, se non addirittura fallimentari. In un mondo completamente digitalizzato le possibilità date dalla pubblicità sono pressoché infinite. La sponsorizzazione va inserita in un piano marketing corretto, bilanciato, multicanale e tarato sulla propria attività e sulle proprie specificità. Esso è frutto di uno studio approfondito alla base: target di riferimento, specificità del brand, relativo mercato. Una volta stabiliti i passi della campagna marketing è necessario monitorare attentamente il proprio lavoro. E’ doveroso far presente che potrebbe non essere immediato raggiungere i risultati prefissati, anzi si potrebbe assistere a dei veri e propri fallimenti. Purtroppo, capita molto più spesso di quello che si pensa. Ma  quali potrebbero essere i fattori che hanno portato a un parziale o totale fallimento della tua campagna marketing? Vediamo insieme cosa potresti NON aver fatto.

Pianificazione campagna sponsorizzata: cosa hai dimenticato di fare?

  1. Non hai impostato i giusti obiettivi per la tua campagna marketing.

Gli obiettivi da prefissarsi devono essere reali e raggiungibili e vanno monitorati in modo intensivo, in modo da poter aver ben chiara la situazione e riuscire ad aggiustare il tiro, se necessario. Mai partire in quarta, si rischia di fallire nel giro di pochissimo.

  • Non conosci davvero il tuo mercato di riferimento.

Conoscere il mercato di riferimento è importante perché ti permette di capire cosa proporre e come proporlo ai tuoi potenziali clienti. Un’analisi approfondita di chi è interessato ai tuoi prodotti e servizi ti permette di individuare le strategie più adatte, i mezzi adeguati e lo stile comunicativo più utile per attirarli.

  • Hai usato una comunicazione troppo legata ai tuoi competitors.

Distinguersi dai competitors non è importante, è vitale. Utilizzare lo stesso tono o lo stesso stile comunicativo può impedirti di distinguerti. Soprattutto nell’ambito di una campagna marketing sponsorizzata scrivere dei contenuti innovativi e utilizzare delle strategie sempre variegate è la scelta ottimale. Soprattutto nel caso di articoli sponsorizzati è importante variare e curare la comunicazione in modo che il contenuto sia ritenuto valido e interessante per gli utenti.

  • Non hai fissato un budget in linea con i risultati che vuoi ottenere.

Studiare anche a livello economico le soluzioni più convenienti per la propria strategia di sponsorizzazione è vitale in quanto si rischia facilmente di sforare. Soprattutto se si valuta una campagna di sponsorizzazione bisogna sapere a chi affidarsi. Per minimizzare i costi e massimizzare l’investimento, soprattutto a livello di copertura utenti, gli articoli sponsorizzati sono un’ottima soluzione, soprattutto se si riesce a targettizzare e ad affidarsi a dei siti specializzati e di fiducia. I social media permettono di raggiungere una vasta porzione di utenti, in qualsiasi momento della giornata e in modo poco invasivo, proponendo dei contenuti che riescono a veicolare le specifiche del brand.

  • Non hai dato la giusta importanza alla SEO.

Non ottimizzare in chiave SEO il proprio sito web e/o la propria strategia comunicazione e i relativi contenuti è impensabile nel 2019. Innanzitutto, una scrittura accattivante, proattiva, con una call to action viva e precisa, in ottica SEO permette ai motori di ricerca di indicizzare in modo corretto il tuo sito web e di mostrarlo in una posizione ottimale e facilmente rintracciabile. Anche nell’ottica dello storytelling e del blogging la scrittura ottimizzata per il web è un punto a favore: linguaggio accattivante, valori del brand resi palesi agli occhi dei lettori, possibilità di farsi conoscere e spingere a provare i propri servizi o il proprio prodotto, Google contento per le regole seguite.

E tu, quale di questi punti (non) hai rispettato alla lettera?