Investire su un’attività commerciale è una sfida e non va presa alla leggera: se alla base vi è un ottimo prodotto o servizio con un adeguato piano marketing tutto è più semplice. Nel mondo del digitale basarsi su strategie di marketing “tradizionale” potrebbe non dare dei buoni frutti: oggigiorno bisogna adeguarsi alle nuove forme di comunicazione e anche la pubblicità ha modificato molti dei suoi aspetti principali. Mentre in passato si accettava di buon grado l’interruzione di un format televisivo o la presenza massiva di banner sui motori di ricerca e sui siti web, oggi questo tipo di pubblicità risulta estremamente fastidiosa, invadente e quasi obsoleta. Gli spettatori o, più in generale, gli utenti non gradiscono interruzioni, soprattutto su internet e tendono a “skippare” rapidamente l’advertising tradizionale. Come essere presenti sul web senza infastidire chi entra in contatto con la nostra attività? Gli articoli e i post sponsorizzati possono essere un’ottima soluzione che convincerà sia gli utenti che gli inserzionisti. Vediamo insieme perché!

Articoli sponsorizzati: cosa sono e come inserirli nella propria strategia di web marketing

La qualità dei contenuti presenti online è necessaria, ma crearne di interessanti e appetibili potrebbe non bastare. Infatti, non è sufficiente curare il proprio sito web, ottimizzarlo in ottica Seo, creare un’ottima campagna Ads: i contenuti devono essere facilmente reperibili. Grazie agli articoli sponsorizzati è possibile presentare un brand, un prodotto e, in generale, un’azienda decentralizzando la vendita fine a se stessa e spostando l’attenzione su argomenti condivisi e vicini al pubblico. Si tratta di articoli ben fatti, di interesse comune, con informazioni interessanti che permettono di attirare i potenziali clienti. Questi sono accettati di buon grado dagli utenti e riescono a riscontrare consensi e a convertirli in vendite. Una critica iniziale riguardava l’utilizzo di spazi a pagamento e di articoli fatti ad hoc per sponsorizzare e sponsorizzarsi; oggi l’acquisto di spazi per articoli sponsorizzati è all’ordine del giorno e sono utilizzati ovunque nel mondo. L’offerta è vasta ed è necessario capire a chi affidarsi. Come scegliere un partner valido? Innanzitutto, bisogna capire qual è il target di ogni sito o blog e rivolgersi a quello che tratta il nostro campo; successivamente, se ne valuta il traffico, la qualità, la quantità e la frequenza degli articoli proposti; per finire, la tariffa richiesta. Formalizzata la collaborazione, si concorda col partner una linea editoriale. Più la linea editoriale diventa abituale, più gli utenti apprezzano l’autenticità del contenuto e sembra meno una “pubblicità”. Una piattaforma di blog marketing è la soluzione ideale per incrociare domanda e offerta: i blogger di Getfluence sono specializzati nella creazione di articoli sponsorizzati che aumenteranno la visibilità di ogni tipo di attività, garantendo precisione, puntualità e ottimi ricavi senza investire capitali esorbitanti. Esistono diversi tipi di articoli sponsorizzati, dai semplici post, ai comunicati e all’infografica: ogni brand può scegliere il mezzo di espressione e comunicazione preferito per dare voce in modo autentico e concreto alla propria identità. Un contenuto di questo tipo permette agli utenti di rispettare e fidarsi del brand di riferimento proprio perché non vedono l’esclusiva volontà di vendere e di intrufolarsi nelle loro vite – percezione che gli spettatori hanno, molto spesso, della pubblicità tradizionale -, ma quella di trasmettere delle informazioni, la voglia di farsi conoscere e di attirare per quello che il brand stesso è e vuole comunicare. Molto importante è variare i contenuti e il mezzo di comunicazione purché il tono e lo stile siano riconoscibili e riconducibili all’azienda e all’immagine che i clienti hanno. Quindi, contenuti originali, tono propositivo e accattivante, variazione della proposta e dell’informazione, ma stile condiviso e riconoscibile: gli articoli sponsorizzati permetteranno di veicolare un messaggio positivo e naturale del brand.