Il blog non è morto, e il blog aziendale ancora meno! La tua presenza su internet non si può limitare al tuo sito web commerciale e a qualche tweet. Nel 2018 un blog ufficiale è più indispensabile che mai, ed eccone una lista delle ragioni principali, che sapranno convincerti una volta per tutte.

1 – Un’arma SEO micidiale

Hai una lista di parole chiave legate alla tua attività, per le quali desideri ottenere un buon posizionamento fra i risultati di ricerca di Google? La tecnica migliore consiste nell’includere queste parole chiave nei contenuti editoriali ricchi: avranno più possibilità di essere indicizzate dai motori di ricerca, che incoraggiano il valore aggiunto apportato agli internauti.

Per di più, se gli articoli da te diffusi sono di qualità sufficiente, altri blog vi ridirigeranno i propri visitatori, tramite preziosi backlink. Questo rappresenta non solo un afflusso di traffico diretto, ma anche un segnale che Google interpreterà favorevolmente: il tuo dominio avrà davvero un potere di influenza!

Internet è una rete, e coloro che godono del maggior prestigio sono sempre i più connessi. Quanti sono i siti che ridirigono verso il tuo dominio? (Copyright fot: Pixabay, Pexels)

Last but not least, Google promuove maggiormente le pagine aggiornate regolarmente. È poco probabile che la tua homepage venga aggiornata ogni due giorni, ma ti è possibile arricchire il tuo blog con nuovi articoli varie volte a settimana: Google ti saprà ricompensare.

2 – Uno strumento indispensabile nel B2B

Se operi nel B2B, sai bene che il nerbo della guerra sono le catture di e-mail. Se ti accontenti di un formulario sulla homepage del tuo sito ti conviene fin da subito armarti di pazienza.

Un modo di procedere più saggio – e efficace! – consiste nell’includere una serie di moduli di cattura di e-mail su un log professionale. Sumo propone questo tipo di moduli, facilmente installabili, in particolare via un’estensione WordPress. Se riesci a far prova della tua professionalità grazie a un articolo capace di accrescere la tua visibilità, è molto più probabile che alcune persone ti lascino libero accesso al proprio indirizzo e-mail. Sarà l’inizio di una serie di relazioni di fiducia, terreno fertile per future vendite eventuali.

3 – Costruire un’immagine di marchio più umana

Un blog è originariamente un diario di bordo altamente personale, e pertanto è importantissimo redigerlo con uno stile accessibile. Se inizi un blog aziendale per impiegare lo stesso tono corporate che nei tuoi comunicati stampa, sei fuori strada.

Indipendentemente dal settore in cui evolve la tua azienda, il blog dev’essere l’occasione di stringere una relazione umana e autentica con il tuo pubblico. (Copyright foto: Juan Pablo Arenas, Pexels)

Il blog è quindi un’occasione unica per comunicare su un tono personale con il tuo pubblico e per costruire un’immagine di marchio accessibile. Non sei sicuro di adottare l’approccio giusto? Ti invitiamo a consultare questa checklist semplice per la tua linea editoriale.

4 – L’alleato dei tuoi social

Tu o il tuo community manager siete alla ricerca disperata di contenuti da diffondere? Se il tuo feed si limita a link ripetitivi verso delle pagine prodotto, non riuscirai mai a farti un posto di rilievo sui social! Un articolo di blog permette di nutrire le tue pagine, e dunque il tuo pubblico, con contenuti di qualità. Puoi persino ammortire un unico articolo grazie a diversi tweet distribuiti nel tempo, insistendo su alcuni passaggi specifici. È esattamente il compito del nostro account @bylinkjuice su Twitter, che ti invitiamo calorosamente a seguire!

La guerriglia del marketing via un partenariato originale e totalmente inaspettato tra due marchi (Esempio @NikeFrance + @Google)

5 – Tenere sotto controllo il proprio canale informativo

Il tuo blog è il tuo canale informativo ufficiale. Ti evita di essere esclusivamente dipendente dalla stampa per diffondere le tue attualità. In particolare, in caso di crisi di communicazione, ogni secondo conta se si vuole aggiustare il tiro. Un blog ti permette di pubblicare immediatamente la tua versione dei fatti e di spegnere l’incendio prima che le fiamme diventino incontrollabili.

Grazie al blog ti è possibile disporre in un certo senso del tuo proprio mezzo di informazione, capace di trasmettere la tua versione dei fatti, e non solo quella decisa dalla stampa ufficiale. (Copyright foto: rawpixel.com, Pexels)

Ma attenzione: un blog non potrà mai sostituire i tuoi altri canali di comunicazione (come le public relations). Dev’essere solo uno strumento complementare.

6 – Aprire le porte ai guest post

Una volta installato il tuo blog, questo diventa una fonte popolare di informazioni, e potenzialmente un media vero e proprio. Si presenta quindi una super opportunità: aprire la tua tribuna a eventuali relatori esterni, come gli influencer, che potrebbero essere interessati dal tuo pubblico numeroso.

Desideri saperne di più? È il tuo giorno fortunato, abbiamo in archivio un articolo completo dedicato esattamente a questo: come cominciare con i guest post.

7 – Dai il benvenuto al traffico ricorrente

Il traffico è il nerbo della guerra. Avere un visitatore al giorno va bene, ma fidelizzarlo è ancora meglio. Dai all’internauta una ragione di visitare il tuo dominio regolarmente! Una ragione sufficiente per spingerlo a registrare il tuo sito fra suoi preferiti è la pubblicazione frequente di nuovi articoli, utili o piacevoli da leggere.

8 – Arricchisci il tuo bagaglio di competenze

Bloggare nel 2018 significa proporre articoli di fondo, idealmente di più di 3000 caratteri. È probabile che, lanciandoti in questa avventura, tu o il tuo team di marketing riusciate a trarne qualche insegnamento.

Un blog è l’opportunità per il tuo team di diventare o di rimanere esperto nel tuo campo. (Copyright foto: Rawpixel, Pexels)

Nessuno ha la scienza infusa, e di conseguenza, anche se operi in un settore ben preciso, hai forse ancora molto da imparare. Scrivere articoli ti costringerà ad arricchire il tuo bagaglio di competenze. Questo non può che avere conseguenze positive sulla tua azienda, e in particolare sullo sviluppo di prodotti e servizi.

9 – Rimani attento e mantieniti aggiornato

Bloggare ti obbliga a rimanere attento al massimo alle evoluzioni del tuo settore, e a volte persino ad anticiparle. Infatti, un blog potrebbe avere la capacità di erigerti come un cacciatore di tendenze. Insomma, si tratta di imparare come diventare l’influencer del proprio mercato! È l’obiettivo supremo di qualsiasi blog, e la strada da percorrere sarà lunga, ma se rimani costante e mantieni sempre un’attitudine professionale, i risultati arriveranno.

Il blog è un elemento talmente importante che i professionisti del marketing online consigliano di farne una pagina sempre accessibile dall’header del tuo sito. Non si può negare il fatto che il blog richiede un budget specifico dedicato a redazione e design, ma i numerosissimi vantaggi che è capace di apportare ne fanno un investimento proficuo a medio e lungo termine.