Il marketing di influenza ricopre un ruolo di rilievo nel B2B. Ma sono numerosi i marketer che ne abbandonano l’idea quando arriva il momento di ricercare un influencer specializzato nel loro settore. Anche per te è così? È vero che trovare un influencer B2B non è semplice come per il B2C, settore in cui gli influencer dell’estetica, dei videogiochi o della cucina sbocciano ovunque. Ma non gettare la spugna per così poco! Gli influencer giusti per la tua campagna di influenza B2B esistono di sicuro, e noi siamo qui per aiutarti a scovarli.

Trovare gli influencer B2B su LinkedIn

Linkedin è il social per professionisti numero uno, ed è pertanto un terreno fertile che abbonda di influencer di ogni settore, quindi anche del tuo. Il motore di ricerca LinkedIn è stato creato in modo tale da far apparire generalmente sui risultati di ricerca o i profili più attivi, o quelli con un massimo di connessioni.

Se sei riuscito a scovare un influencer interessante, dai un occhio ai suoi contatti: magari potrai facilmente trovarne altri. In certi settori, gli influencer potrebbero essere solo una manciata, e conoscersi tutti fra loro.

Non è raro che un partenariato con un influencer ti apra le porte della sua rete di contatti, apportandoti così nuove connessioni con altri influencer dello stesso settore. (Copyright foto: Rawpixel, Pexels)

LinkedIn è anche una piattaforma di blogging, e i temi trattati sono di stampo professionale. Gli influencer più validi sono quelli che pubblicano articoli su LinkedIn, in quanto sono riusciti a riunire una base di diverse migliaia di abbonati.

Infine, consulta i gruppi di discussione. I membri più attivi, o persino i moderatori di questi gruppi, potrebbero benissimo essere dei personaggi influenti della tua industria.

Infatti, se hai già identificato un influencer tramite un altro canale (ad esempio grazie a un semplice passaparola), LinkedIn può anche semplicemente permetterti di entrare in contatto con lui. I membri di LinkedIn si iscrivono generalmente fornendo la loro vera identità su questa rete professionale, ed è quindi più facile ritrovarli.

Trovare degli influencer B2B su Twitter

Twitter è un’altra piattaforma naturalmente adatta al B2B. Diciamo che dipende dal settore in cui operi. I professionisti dei media o di marketing sono ad esempio particolarmente presenti sulla rete. Hai notato come Twitter è pieno di giornalisti? Ci dirai: “ma io cerco degli influencer, non dei giornalisti!”. Ok, ma un giornalista può benissimo tenere un blog, in parallelo con la propria attività professionale, oppure un conto su Medium (piattaforma di blogging popolare e unanimemente apprezzata dai redattori online). Insomma, nulla ti impedisce di avvicinarne qualcuno per la tua campagna di influenza.

Ma come fare per scovarli? È qui che il motore di ricerca integrato può diventare il tuo migliore alleato. Non quello per difetto sulla homepage, ma il motore avanzato di Twitter.  Questo ti permette in particolare di cercare i tweet contenenti hashtag specifici, oppure di filtrare per lingua. Come sempre quando si tratta di Twitter, questo motore di ricerca potrebbe rivelarsi un po’ bancale. In questo caso ti consigliamo di affidarti a FollowerWonk, uno strumento che ti permette di limitare una ricerca alla bio dei profili Twitter. Super efficace!

Buzzsumo, una vera e propria miniera d’oro

Un’altra miniera d’oro è Buzzsumo, un formidabile strumento di cui parliamo molto spesso. Si tratta di uno strumento capace di visualizzare tutti gli articoli più condivisi di internet, per qualsiasi tema, compreso il B2B. Vi potrai trovare senza dubbio i blogger di successo che coprono il tuo settore. Un gioco da ragazzi.

Per una qualsiasi parola chiave fornita, Buzzsumo indica tutti gli articoli più condivisi, separando i risultati tra Facebook, LinkedIn, Twitter e Pinterest. (Copyright foto: Buzzsumo)

Tra l’altro, capita spesso di trovare su internet articoli che elenchino i 10, 20 o 50 maggiori influencer di un certo settore. Non dimenticarti di bookmarcare questo tipo di articoli, se ti capita di trovarli durante le tue peregrinazioni online!

Trovare degli influencer B2B su Facebook

Facebook, una rete privata? Solo in parte. I gruppi Facebook sono degli spazi di discussione, la maggior parte dei quali sono pubblici, e in realtà sono ancor oggi ampiamente utilizzati, per quanto questo possa sembrare sorprendente.

Si sente parlare sempre più spesso del declino di Facebook, ma questo rimane pur sempre il social numero 1, e uno spazio di discussione privilegiato, anche per i professionisti. (Copyright foto: Pixabay, Pexels)

Ti consigliamo inoltre di scrutare le pagine ufficiali dei tuoi concorrenti. Dai un occhio in particolare ai commenti sugli articoli. Forse vi potrai scovare profili interessanti, o come minimo individuare membri particolarmente impegnati intorno ai temi che ti interessano. In ogni caso, vale la pena averli dalla tua parte!

Fare ricorso a una piattaforma di influencer marketing

Le piattaforme di influencer marketing ti hanno dato un aiuto prezioso: dispongono di pool di influencer aperti a nuove collaborazioni, e il loro ruolo da intermediario permette di facilitare la relazione e di semplificare il partenariato. Ma attenzione: non sono pertanto tutte perfette (réf. “Quali sono i problemi delle piattaforme di influencer attuali?“).

Bisogna comunque riconoscere che il loro obiettivo è essenzialmente B2C, semplicemente per il fatto che i loro influencer operano soprattutto su Instagram o al massimo YouTube (quindi social non particolarmente rivolti verso il B2B). Ti consigliamo inoltre di esplorare l’universo delle piattaforme di messa in relazione con blogger influenti. getfluence.com propone più di 3000 blog o siti influenti: c’è da scommettere che anche il tuo settore vi sarà rappresentato…dacci un occhio, l’iscrizione è gratuita.

Hai trovato i tuoi profili ideali? Prima di contattarli, accertati di presentare precisamente la forma di collaborazione che desideri instaurare. Se non sei ancora sicuro di come impostare questo aspetto, non ti preoccupare, ti spieghiamo in dettaglio come fare nel nostro articolo dedicato a questo tema preciso : le diverse forme di collaborazione con un influencer B2B.