La fotografia rimane una delle passioni più diffuse su internet. Esiste una moltitudine di social e piattaforme su cui è possibile far mostra di questa passione e condividerla. Tra tutte le opzioni esistenti, ti consigliamo in particolare il blog di fotografia. Ecco il come e il perché!

Blog di fotografia VS community di fotografia: quale scegliere?

Certo, esistono social dedicati esclusivamente alla fotografia. L’iscrizione è facile, bastano pochi click, ed è possibile condividere i propri scatti con membri del mondo intero. L’unico problema è che la popolarità di questo tipo di social va e viene, e potrebbe pertanto rivelarsi rischioso investirvi del proprio tempo a costruire una base di follower, per poi constatare un bel giorno che la piattaforma in questione non va più…sarebbero tutti sforzi inutili.

Flickr è stata per un certo tempo una community fiorente di appassionati di fotografia. Il sito è stato poi ricomprato da Yahoo, e il passaggio al formato per smartphone è stato gestito male. Se il portale può pur sempre vantare una community attiva, non è assolutamente comparabile a quella degli anni 2000, e il suo destino è ormai incerto. 500px o EyeEm, esempi molto simili, sono state per molto tempo community molto promettenti, ma non sono mai riuscite ad imporsi durevolmente. Hanno riorientato il loro business model, permettendo ai loro membri di vendere le proprie foto, spesso a prezzi ridicoli.

2 milioni di gruppi, la maggior parte dei quali sono inattivi…Flickr è un po’ passato di moda, anche se può ancora vantare qualche milione di fedeli. (Copyright foto: screenshot Flickr.fr)

Instagram, invece, è diventato un social talmente popolare che è difficile ormai considerarlo come una community di fotografi. Per di più, è inondata di bot, ed è difficile a volte capire se alcuni commenti lusinghieri (“super foto!”) sono autentici o artificiali. Ciò non significa che è un social da evitare (né questo né gli altri) ma che andrebbe piuttosto mantenuto come un extra, in parallelo con il tuo blog dedicato esclusivamente alla fotografia.

Quale piattaforma scegliere per un blog di fotografia?

Arriviamo dunque al nocciolo della questione: se il tuo interesse per la fotografia è serio, e desideri investire del tuo tempo sul lungo termine per condividere la tua passione su internet, ti consigliamo senza dubbio di lanciare il tuo blog personale.

Questa è una prima decisione importante! Ma ne segue una questione altrettanto importante: quale piattaforma scegliere? WordPress è leader, il 25% dei siti mondiali sono basati su questa piattaforma, e ciò è dovuto a una semplice ragione: è la più funzionale. Il sito ufficiale ti permette di lanciarti facilmente, a seconda che tu disponga o meno di un hosting personale o di un nome di dominio (ti consigliamo in tal caso di dirigerti verso wordpress.org). Oppure ti è possibile iniziare con un hosting diretto su wordpress.com (l’opzione più semplice per i principianti).

Possiamo inoltre citare Wix, che ha riscosso un certo successo sul mercato della creazione di siti web (personali o professionali), e che propone svariati modelli legati alla fotografia, in tutte le sue varianti. Puoi consultarli qui, ottenerne una visione di insieme e scegliere quello che sarà in grado di valorizzare meglio il tuo lavoro.

 

Esistono decine di temi possibili sul tuo sito di fotografia Wix. Ecco qui l’esempio di un blog di fotografia culinaria… (Copyright: screenshot, Wix)

La scelta di WordPress

Ecco un riepilogo di tutte le buone ragioni per installare WordPress per il tuo nuovo blog di fotografia:

  • WordPress è relativamente facile da installare e da configurare. Esistono dei tutorial online in grado di guidarti lungo tutto il processo,
  • Una volta che hai assimilato le basi, pubblicare del contenuto è semplicissimo,
  • WordPress viene aggiornato regolarmente al fine di rimanere fra i migliori standard del web,
  • Lo strumento di management dei contenuti (foto e video) è veramente fatto bene,
  • WordPress è facilmente modulabile, e presenta numerosi e svariati temi e plugin per permettere ad esempio alla tua audience di condividere le tue foto sui social,
  • WordPress è Google-friendly,
  • Ah, dimenticavo: è gratuito!
Hatch è un eccellente esempio di tema di WordPress che potresti installare per il tuo blog. E poi, è gratuito! (Copyright: WordPress.org)

Esistono miliardi di temi, gratuiti o a pagamento, per decidere quale design scegliere per il tuo nuovo blog di fotografia. Per essere precisi, ne esistono ben 391 perfettamente adatti alla fotografia. Troverai sicuramente quello che fa per te.

Come far conoscere il proprio blog?

I social

Lo abbiamo evocato brevemente in precedenza: i social, compresi quelli dedicati alla fotografia, non dovrebbero essere l’unica vetrina del tuo portfolio, ma potrebbero costituire un extra perfetto da mantenere in parallelo per farsi conoscere e ridirigere gli ammiratori sul tuo blog. Pertanto, non esitare a diffondere le tue foto regolarmente su Instagram (per approfittare della sua popolarità), Flickr (le foto sono in generale ben referenziate da Google) o Pinterest (in particolare se il tuo target è essenzialmente femminile). In fatti, la strategia dipende per lo più dal tuo target. Qual è il social che tu stesso utilizzi più facilmente? Dove pubblicano i fotografi che apprezzi di più?

Il SEO

Desideri che il tuo blog venga indicizzato su Google, e in particolare le tue foto su Google Immagini? Le piattaforme come WordPress o Wix sono teoricamente già ottimizzate per il referenziamento presso i motori di ricerca.

 

Il SEO impiega un certo tempo prima di essere effettivo. Quando finalmente lo è, dura a lungo! (Foto: Negative Space, Pexel)

Ti consigliamo di aggiungere sempre una legenda o un paragrafo di testo sotto ogni foto. Lo sapevi che il nome delle foto è preso in considerazione da Google? Se decidi di dedicare una serie di foto sulle tue ultime creazioni culinarie, cerca di fornire nomi di file più trasparenti possibile, come cookie-cioccolato-bianco-nocciola.jpg. Gnam!

Il mondo reale

Non esiste solo il virtuale! Una volta che hai pubblicato il tuo sito online, vanno ordinati dei biglietti da visita su misura. Ad esempio, se adibisci una mostra in una piccola galleria o un ristorante del tuo quartiere, cerca di lasciarvi dei flyer con l’indirizzo del tuo blog in modo abbastanza visibile. Il tuo blog di fotografia è il modo migliore di fidelizzare i tuoi ammiratori passeggeri.

Qual è il miglior blog di fotografia?

Distinguiti dagli altri! Il tuo non è il primo blog di fotografia della rete. Se pensi di poter riscuotere un successo incredibile con un altro blog pieno di tramonti o di bei fiori, ti sbagli di grosso. Esistono vari modi di differenziare il tuo blog dagli altri:

  • Racconta una storia. Le tue foto, al di là della componente estetica indiscutibile, probabilmente hanno una storia da raccontare. Condividila! Un blog, di base, è costituito da testo, e il formato fotografico del tuo tema non deve impedirti di raccontare tutte le storie che ci stanno dietro. Gli internauti ne vanno matti.
  • Condividi il tuo percorso. Non devi essere per forza il miglior fotografo del mondo fin dall’inizio. Se condividi con i tuoi visitatori i tuoi progressi, le tue difficoltà, i tuoi dubbi, quello di cui vai fiero, sarai in grado di alimentare una relazione davvero personale con il tuo pubblico, che saprà vedere ogni foto con un occhio nuovo, e potrai fidelizzarli a lungo.
  • Scegli un angolo. Ad esempio, una categoria sui tramonti non è di grande interesse; per contro, una sezione dedicata ai tramonti in Bretagna (o nella tua regione, insomma, hai capito il principio), con un’evoluzione del cielo nel corso delle stagioni, saprà attirare gli appassionati di questo territorio. Puoi creare tutte le categorie di foto che vuoi, dal momento che mantieni un legame minimo fra di esse. Un blog di fotografia che spazia dalla fotografia culinaria a quella marittima non sempre sarà efficace in termini di fidelizzazione del pubblico.
Non aspettare di diventare un fotografo professionista per iniziare a tenere un blog: condividendo le tue foto imparerai a migliorarti, grazie ai commenti dei tuoi visitatori, che sapranno apprezzare i tuoi progressi e farteli notare. (Copyright: Alex Holyoake, Unsplash)

Eccoti finalmente equipaggiato per far scoprire i tuoi talenti al mondo intero. Buttati! Non sarà tutto perfetto fin dall’inizio, ma ricorda il motto: “Fatto è meglio che perfetto”!