Il Marketing di Influenza non esiste solo su Instagram! Secondo le industrie l’influenza può operare anche su YouTube, Reddit, Medium o persino direttamente su un blog specifico. Sei un blogger o vorresti attirare dei marchi per provare i loro prodotti, essere invitato ai loro eventi o scrivere articoli sponsorizzati? Non c’è bisogno di ottenere 100.000 visitatori unici al mese! 10.000 visitatori unici è già un bell’obiettivo, in particolare se il tuo blog tratta un tema specifico in cui la concorrenza è debole o la richiesta molto forte. Tuttavia, nonostante i tuoi sforzi, il traffico sembra non aumentare abbastanza rapidamente…ecco qualche consiglio per aumentare la tua crescita e diventare, di fatto, un influencer sul tuo segmento.

La qualità, la qualità, la qualità

L’errore più comune è quello di credere che pubblicare una grande quantità di contenuti ti aprirà le porte del traffico. In un’epoca segnata da un sovraccarico di contenuto generalizzato, in realtà la quantità non manca di certo! Anzi, solo gli articoli ricchi, istruttivi e inediti possono distinguersi dalla massa. In definitiva, è meglio pubblicare un contenuto unico di qualità eccellente ogni cinque giorni piuttosto che cinque articoli al giorno di pessima qualità. Solo in questo modo potrai guadagnarti la legittimità che speri ottenere, e conquistare un pubblico fedele che creda in te. È evidente, ma la cosa va reiterata: dieci articoli corti o riciclati non ti offriranno mai più di 10.000 visitatori. Mai. Un unico articolo di grande qualità è invece in grado di offrirti questo tipo di traffico. Tutti i blogger influenti potranno confermartelo.

Cerca di importi come obiettivo di produrre qualcosa dieci volte migliore o più completo degli altri articoli già disponibili. Ti sembra troppo ambizioso? Quando punti a raggiungere la luna, se proprio ti va male al massimo otterrai le stelle! (Copyright foto: SpaceX, Pexels)

Peraltro, sono proprio gli articoli dal contenuto lungo e ricco ad essere in grado di distinguersi nei motori di ricerca, e ad essere maggiormente condivisi sui social. Secondo uno studio di Quicksprout, la lunghezza ottimale di un articolo è di 2.416 parole, una lunghezza che ti permette di massimizzarne il numero di condivisioni. Al lavoro!

Trova il tuo oceano blu

Concretamente, se degli articoli eccellenti e molto completi esistono già sul tema che desideri trattare, e che è difficile fare realmente meglio, forse ti conviene cercare un’altra idea o come minimo un’altra chiave di lettura, più specifica o più originale.

Non serve a nulla offrire un ennesimo contenuto su un tema già largamente trattato. Trova piuttosto il tuo oceano blu, e diventa un leader di opinione sul tema. (Copyright foto: Lukas, Pexels)

È la strategia dell’Oceano Blu e funziona anche per il Marketing di Contenuto: trovare temi unici per i quali l’offerta è ancora inesistente o debole. Sta a te cercare un vuoto da riempire per attirare il traffico corrispondente.

Promuovi attivamente il tuo contenuto

Hai redatto un articolo di fondo, più completo o scritto con chiavi di lettura inedite: benissimo! Adesso non ti resta che cercare di attirare un pubblico potenziale. Non aspettare che il traffico cada dal cielo. Naturalmente, un contenuto di qualità dovrebbe essere ben referenziato da Google. Ma è un processo che può necessitare settimane! Non puoi dipendere da questo unico canale

Un articolo corto non meriterebbe un investimento tale per la promozione. Ma un contenuto ricco ha bisogno di te per offrire tutto il suo potenziale! (Copyright foto: Jordan Whitfield, Unsplash)

I blogger influenti passano almeno una decina di giorni (!) a promuovere le loro pubblicazioni. Per farlo ci sono vari metodi: inviare e-mail, partecipare a delle conversazioni su Twitter o in gruppi LinkedIn, rispondere a delle domande su Quora, o persino dare una versione  Slideshare del tuo articolo, che potrà ridirigere verso la versione più lunga di questo sul tuo blog.

Cerca di mobilizzare altri influencer!

Vuoi diventare un influencer? Avvicinati agli influencer già esistenti! Se scrivi un articolo su un tema in particolare, approfittane per intervistare degli esperti del campo. Saranno lusingati dal tuo approccio e forse accetteranno di aiutarti. Non fare mille domande: chiedere una citazione in merito a una problematica in particolare può essere sufficiente.

Questo approccio ti garantirà contenuti inediti per il tuo articolo. Non dimenticare poi di menzionare gli influencer citati nel tuo articolo ridirigendo verso i loro blog rispettivi. E, una volta pubblicato il contenuto, notificali. C’è da scommettere che alcuni di loro condivideranno il tuo contenuto sui loro social.

Gli influencer di un certo segmento in generale si conoscono tutti fra loro. Se vuoi far parte di questa élite, dovrai per forza farti conoscere da loro. (Copyright foto: Rawpixel, Pexels)

Per di più, mobilizzando una serie di esperti o di leader di opinione, aumenterai la tua propria legittimità presso il tuo pubblico. Il tuo blog apparirà quindi come un riferimento in materia, un luogo di discussione per i professionisti!

Sei riuscito finalmente a conquistare un pubblico significativo? Se alcuni grandi marchi non vengono naturalmente verso di te, forse è arrivato il momento di rileggere questo articolo già pubblicato:come fare per far conoscere il proprio blog ai grandi marchi?