Il Netlinking è una tecnica che consiste a moltiplicare i famosi backlink – che ridirigono verso il tuo sito web. Al di là del traffico diretto e dell’influenza generati, è importantissimo ottimizzare la tua visibilità sui motori di ricerca. Infatti, Google interpreterà questa profusione di link come una garanzia di autorità del tuo dominio. Nel settore del Netlinkingsono numerosi i metodi ormai fuori circuito, che non funzionano più , anzi, possono addirittura rivelarsi deleteri. Ecco una selezione di strategie sicure…che funzionano a colpo sicuro!

Public Relations: uno strumento potente ma mai sicuro

Il modo più ovvio per ottenere una certa visibilità sui media online è quello di far parlare di sé. il comunicato stampa rimane senz’altro il supporto più efficace, in quanto i giornalisti vi sono ormai abituati. È sempre importante fare attenzione a non distribuirne troppi, e accertarsi che l’informazione fornita sia sempre degna di interesse. Puoi ad esempio proporre un’intervista esclusiva del presidente del tuo marchio ai media che vorresti implicare.

In questo caso, la strategia è gratuita ( a parte lo stipendio del tuo responsabile delle Pubbliche Relazioni!). Tuttavia, anche se ottieni un articolo, non avrai nessun controllo sull’inserzione di link, e ancora meno sul testo di ancoraggio (anchor text). I giornalisti generalmente hanno tendenza a collaborare, ma la loro attitudine dipenderà in gran parte dalla relazione che sarai riuscito a costruire con loro.

La copertura mediatica vale oro, anche per il Netlinking (Copyright foto: Negative Space, Pexels)

[/caption]

Il Linkbaiting: scommettere sulla viralità del tuo contenuto

La sfida che rappresenta il Marketing di Contenuto consiste essenzialmente nel creare contenuti sufficientemente autentici, utili e capaci di coinvolgere, in modo tale da garantirne la condivisione sui social e da parte dei media. Articolo approfondito, video di qualità, infografiche informative e divertenti… Le varianti non mancano.

Ecco perché il Linkbaiting è una scommessa, e in quanto tale comporta un margine di rischio. Infatti, è impossibile garantire per certo che la strategia elaborata sarà efficace. Esiste inoltre un altro tipo di rischio: alcuni siti potrebbero appropriarsi il tuo contenuto e menzionare la fonte, senza pero’ includere il preziosissimo link che ridirige verso il tuo sito internet.

Il Guest blogging: strategia efficace ma dispendiosa in termini di tempo

Puoi proporre a media specializzati o a blogger influenti di condividere tu un articolo sul loro sito. Perché dovrebbero accettare? Semplicemente perché in seno alla tua azienda potrebbero esserci leader la cui perizia potrebbe essere interessante da inserire in questo tipo di pubblicazioni. Tuttavia, questo richiederà una certa mole di lavoro: identificare i media più adatti, negoziare e occuparsi della creazione del contenuto in questione. È dunque una strategia difficilmente scalabile.

Se non ti è possibile menzionare il tuo marchio o la tua offerta nel corpus dell’articolo, cerca per lo meno di ottenere un link nella biografia dell’autore dell’articolo. Questo genererà senz’altro meno clic diretti, ma per Google funziona.

Proponi agli esperti della tua azienda di scrivere per la stampa specializzata. (Copyright foto: Raw Pixel, Pexels)

[/caption]

Il reportage pubblicitario: efficace su tutti i fronti

Lasciare che i media influenti parlino della tua offerta contro remunerazione è oramai una tendenza generalizzata. Ecco i vantaggi di questo tipo di soluzioni:

  • L’inclusione di un backlink è garantita.
  • Questo link viene pubblicato su un sito influente, cosa che aumenta il suo valore nei confronti di Google e che aumenta di conseguenza la tua autorità.
  • È un modo di trasferire lo sforzo creativo di contenuto verso pubblicazioni professionali.
  •  il contenuto è creato direttamente dai redattori del sito, il ché è una garanzia di autenticità e di compatibilità con la loro linea editoriale.
  • Questo ti permette di mantenere un certo controllo sulla tua immagine di marchio.
  • Ti permette inoltre di ottenere un certo ritorno su investimento più facilmente.

Sulle piattaforme specializzate ti è possibile contattare diversi media influenti e ottenere una copertura larga, per un impatto massimo. getfluence.com propone più di 2.000 siti partner; vi troverai senza dubbi diversi leader di opinione del tuo settore.

Non dimenticarti dei link esterni!

I valori dei link verso le tue pagine dal tuo stesso dominio hanno anch’essi un certo impatto. Certo, minimo, ma pur sempre un impatto. È un tipo di Netlinking facile da attuare, nonché gratuito. Per esempio, in un nuovo articolo sul tuo blog, non esitare a ridirigere verso un articolo più datato intorno allo stesso tema, verso una delle tue landing pages o verso la tua homepage. Per massimizzare il potere di questi link, cerca di ottimizzare il testo anchor del tuo link, utilizzando le parole-chiave corrispondenti.

Crea un legame fra i tuoi contenuti, e fai circolare il succo dei tuoi link! (Copyright foto: John Carlisle, Unsplash)

[/caption]In ogni caso, cerca di tenerti alla larga dalle strategia oscure come i generatori di link e altri tentativi di manipolazione dei motori di ricerca. Dai sempre la priorità alla qualità rispetto alla quantità. In caso contrario rischieresti di far abbassare il tuo  page rank,o, peggio ancora, di essere inserito nella lista nera di Google, un’espulsione pericolosa e difficilmente reversibile. Ragione in più per affidare il lavoro di Netlinking e di creazione di contenuti a dei professionisti.